preloader
Edit
La salute del paziente è al centro della nostra attività.
Mettiamo a disposizione competenze, professionalità e strumentazione all’avanguardia per offrire le cure e le soluzioni migliori.
Il nostro team, altamente specializzato, persegue l’eccellenza con formazioni continue.
 

Info Contatti

 Le lombalgie da overuse (1^ parte)

La colonnavertebrale è costituita da una serie di “strutture semplici”,le vertebre, che assieme alle proprie articolazioni,ai legamentie ai muscoli costituiscono una struttura complessa di grande importanza per la cinetica globale del corpo.

 Tale struttura è notoriamente divisa in settori (cervicale-dorsale-lombare)funzionalmente diversi ma strettamente collegati tra loro. 

Per quanto riguarda il settore lombare va ricordato il ruolo importantissimo della XII^vertebra dorsale e della III^ vertebra lombare:
→ la prima costituisce il punto di passaggio tra la cifosi dorsale e la lordosi lombare. Si tratta quindidiuna vera e propria vertebra cerniera,importante in quanto i muscoli del piano posteriore vi passano sopra senza prendervi valide inserzioni,liberando l’arco da sollecitazioni muscolari
→ la seconda costituisce l’apice della curva lordotica lombare e risulta essere molto importante sul piano funzionale. Essa funge infattida relais muscolare tra i fasci lombari discendentidal dorso e quelli ascendenti provenienti dall’osso iliaco, che in gran parte si inseriscono sulle apofisi trasverse vertebrali.

 

Che cos’è la lombalgia ?

Per lombalgia si intende una sindrome dolorosa localizzata alla zona lombare bassa ea quella sacrale alta,cioè un rettangolo delimitato in alto dalla seconda e terza lombare e in basso dalla seconda sacralee che si estende lateralmente sino alle articolazioni sacroiliache.

Si possono distinguere:

→ lombalgie acute: insorgono improvvisamente,spesso con notevole intensità

→ lombalgiecroniche: possono essere primitive o susseguenti auna forma acutae sono caratterizzate da un disturbo più subdolo,spesso discontinuo 

forme irradiate all’arto inferiore(lombo-cruralgia) con interessamento del plesso lombare (radici L2 L3), e lombosciatalgie, con interessamento del plesso sacrale ( e quindi delle radici L4,L5 ed S1).

 

Classificazione

  • Esempio di ernia
  • Effetti dell’osteoporosi
  • Effetti dell’artrosi

Volendo fare una classificazione delle lombalgie potremmo distinguerle in:

→ lombalgie da alterazioni congenite della colonna vertebrale;

→ lombalgie da ridotta resistenza dell’osso con o senza schiacciamenti vertebrali a causa,per esempio, di osteopenia (riduzione della massa ossea),osteoporosi,osteopatie metaboliche,ecc.

→ lombalgie da malattie degenerative 

→ lombalgie da cause extravertebrali

→ lombalgie di origine psico-nevrotica o psico-somatica.

Orari

Lunedì 9.00-12.30/14.30-19.30
Martedì 9.00-12.30/14.30-19.30
Mercoledì 9.00-12.30/14.30-19.30
Giovedì 9.00-12.30/14.30-19.30
Venerdì 9.00-12.30/14.30-19.30

Tamponi rapidi
da lunedì al venerdì
(obbligo di prenotazione telefonica)

La salute del paziente è al centro della nostra attività.
Mettiamo a disposizione competenze, professionalità e strumentazione all’avanguardia per offrire le cure e le soluzioni migliori. Il nostro team, altamente specializzato, persegue l’eccellenza con formazioni continue.